Home
Nutrizionistica.it | News & Views
Il nuovo farmaco anti-obesità liraglutide (Saxenda)
Lunedì 28 Marzo 2016 10:07

Fame e sazietà rappresentano il risultato finale del funzionamento di una raffinata rete biochimica le cui oscillazioni fisiologiche determinano uno stimolo oressizzante o anoressizzante. Diverse molecole sono state ad oggi scoperte, le quali svolgono un ruolo positivo o negativo sui centri cerebrali che controllano la fame e la sazietà; molte di queste sono peptidi ed ormoni prodotti dall’apparato gastro-intestinale. Queste molecole sembrano agire in un intervallo di tempo molto più breve rispetto, ad esempio, alla leptina (prodotta dall'organo adiposo), inviando un immediato segnale di fame, di sazietà o di nausea. Il loro intervento sul sistema nervoso centrale e la loro rapidità d’azione pongono queste molecole come buoni candidati per lo sviluppo di una terapia farmacologica.

Leggi tutto...
 
Normalizzazione della funzione endocrina intestinale in soggetti con sindrome dell'intestino irritabile
Giovedì 04 Febbraio 2016 09:15

Uno studio pilota, effettuato su una piccola casistica di soggetti con SII, ha indagato i livelli di cellule endocrine che producono serotonina nel colon di soggetti sani e soggetti con SII, prima e dopo l'erogazione di un regime alimentare controllato ed a basso tenore di FODMAPs.

Leggi tutto...
 
Il digiuno intermittente ed il suo impatto sul profilo metabolico
Domenica 25 Ottobre 2015 12:28

Il digiuno intermittente è una pratica che sta guadagnando popolarità come forma di restrizione calorica finalizzata alla perdita di peso ed al mantenimento di un buono stato di salute. Esistono evidenze scientifiche a supporto di tale pratica? Una review sistematica della letteratura scientifica curata da B. Horne e collaboratori e pubblicata su International Journal of Obesity ha indagato gli effetti del digiuno intermittente sulla base degli studi clinici presenti in letteratura scientifica.
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9