Home
Nutrizionistica.it | News & Views
Ripristino della sensibilità leptinica con estratti di proantocianidine
Venerdì 06 Gennaio 2017 12:45

La leptino-resistenza si associa all'eccesso di massa grassa nei soggetti obesi e rappresenta un meccanismo molecolare di riduzione della fisiologica attività anoressizzante della leptina: in un esperimento condotto sul modello murino è stato dimostrato che estratti di proantocianidine ottenuti da semi di uva sono in grado di ripristinare la sensibilità leptinica a livello ipotalamico.

Leggi tutto...
 
Dieta mima digiuno: razionale ed applicabilità in ambito ambulatoriale
Sabato 22 Ottobre 2016 06:20

La restrizione calorica è un meccanismo già noto per i suoi effetti antiaging, promuovendo processi metabolici di protezione dallo stress ossidativo, anti-infiammatori, di ottimizzazione del metabolismo energetico cellulare. Di fatto tutti i modelli animali ai quali la restrizione calorica è stata applicata a fini sperimentali hanno mostrato un incremento della longevità. Valter Longo e collaboratori indicano su Cell Metabolism i risultati della loro ricerca su un modello di restrizione calorica, Fast Mimicking Diet ("dieta mima digiuno", FMD) che prevede cicli di alternanza di 4 giorni di restrizione ipocalorica seguiti da una fase di alimentazione ad libitum (fase di refeeding) nel topo ed uno studio pilota con un protocollo di tre cicli di FMD da 5 giorni al mese nell'uomo.

Leggi tutto...
 
Il nuovo farmaco anti-obesità liraglutide (Saxenda)
Lunedì 28 Marzo 2016 10:07

Fame e sazietà rappresentano il risultato finale del funzionamento di una raffinata rete biochimica le cui oscillazioni fisiologiche determinano uno stimolo oressizzante o anoressizzante. Diverse molecole sono state ad oggi scoperte, le quali svolgono un ruolo positivo o negativo sui centri cerebrali che controllano la fame e la sazietà; molte di queste sono peptidi ed ormoni prodotti dall’apparato gastro-intestinale. Queste molecole sembrano agire in un intervallo di tempo molto più breve rispetto, ad esempio, alla leptina (prodotta dall'organo adiposo), inviando un immediato segnale di fame, di sazietà o di nausea. Il loro intervento sul sistema nervoso centrale e la loro rapidità d’azione pongono queste molecole come buoni candidati per lo sviluppo di una terapia farmacologica.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 9